Farfalle al gorgonzola e noci con melograno

Giocare con le parole mi piace, lasciare che le parole ascoltate o lette creino nella mia mente le immagini, i sentimenti , gli eventi che esse descrivono mi incanta. Recentemente, leggendo un libro scritto da un amico, mi è venuta voglia di associare ad alcuni personaggi descritti una ricetta. Il libro aiuta perché rende molto bene eventi e personaggi nella mente di chi legge come creando un film. Il titolo del libro? “Come uccidere la propria mamma, vecchia” di Lucio Scarpone ( ed.goWare). Non fatevi ingannare dal titolo, nulla di truculento, nessun matricidio, nessuna violenza, solo un’acuta ed ironica riflessione sul rapporto madre-figlio con le reciproche aspettative, necessità, sentimenti … Vabbè non è il momento ed il luogo per raccontarvi il libro: se siete curiosi … perché non leggerlo :-)Una cosa però ve la devo spiegare: sono raccontate quattro storie di madri e dei rispettivi figli, quattro rapporti da “risolvere”, e allora ….per ogni madre un piatto.

Oggi cominciamo con la prima: ecco uno stralcio del libro che la descrive  un po’ ed ecco la ricetta che “ mi racconta” questa madre. Chissà se converrete con me?

“Ma non le facciamo mancare nemmeno i cantucci con il vin santo, che brevemente bagna nel bicchierino e che miracolosamente riesce a spaccare con la gengiva per poi godersi il resto del liquore dolce in un unico sorso. Non rinuncerà al caffè con tre bustine di zucchero chiaramente, perché la roba amara è da malati o da vecchi. E durante tutto il pasto, mentre noi esterrefatti e affaticati quasi digiuniamo e a stento riusciamo a comprendere la fisica di quanto stia avvenendo davanti ai nostri occhi, ci chiediamo ormai con “cosa” abbiamo a che fare, e nonostante i nostri studi in medicina, osserviamo questa cosa che è lei, la mamma vecchia, non comprendendo di quale materiale sia fatta. Arriviamo a questo punto alla conclusione che sia forse di uranio e non impoverito di sicuro!”

Anche voi potete giocare…. pensando ad esempio a dei vostri familiari ed amici e immaginare  il piatto che secondo voi li rappresenta e perché no…. prepararlo loro e vedere se si riconoscono: sarà curioso e simpatico.

Ingredienti per quattro persone

320 gr di farfalle
150 gr di gorgonzola
100 gr panna
Sale q.b.
80 gr noci
1 melograno

Preparazione

Mentre lessate la pasta tagliate il gorgonzola a dadini, mettetelo in una padella ampia e fatelo sciogliere insieme alla panna mescolando di tanto in tanto aggiustando di sale ; quando il gorgonzola è quasi sciolto unite le noci tritate molto grossolanamente. Quando la pasta è ancora bella al dente scolatela e mettetela nella padella dove c’è la crema di gorgonzola  e mescolate per bene. Una volta pronta la pasta, preparate i piatti che terminerete con i chicchi di melograno.

Share:

3 Comments

  1. Lu Lu
    Marzo 2, 2015 / 4:38 pm

    ……adoro il gorgonzola…mai abbianto al melograno….grazie per l'idea!

  2. wings of sugar
    Marzo 2, 2015 / 4:42 pm

    che buon primo 🙂

  3. cry
    Marzo 2, 2015 / 5:04 pm

    Ricetta sfiziosa e originale, la proverò. Grazie:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *