mercoledì 21 marzo 2018

Cibo a Regola d'Arte arriva a Milano: perderlo sarebbe un peccato!





Due giorni e poi... Cibo a Regola d'Arte torna a Milano e io  non potrei essere più contenta!
L'evento, che va da venerdì 23 a domenica 25, organizzato dal Corriere della Sera, è ricchissimo, come ogni anno, di  incontri dedicati a grandi e piccini all'insegna del buon cibo e della cultura enogastrononica.
 
Chef, pasticceri, maestri pizzaioli, panificatori, produttori ma anche scrittori ed esperti di gastronomia ci racconteranno novità, tendenze, curiosità ed evoluzione del settore a partire da un tema ben preciso che cambia a ogni edizione. Si potrà assistere ed essere protagonisti di masterclass, talk, corsi di cucina, degustazioni guidate e laboratori per i più piccoli.
Io mi son fatta già la mia piccola guida e l'elenco degli imperdibili. Il " mio" Cibo a Regola d'Arte inizierà venerdì 23 marzo alle ore 19.30 con la masterclass di Niko Romito, da anni attivo nello studiare e portare negli ospedali una proposta di ristorazione sana ma anche buona e bella; Romito ci parlerà proprio di questo interessante e particolare tema.

Alessandro Borghese
Dopo una bella dormita, sabato,  non potrò proprio perdermi la lezione di Iginio Massari con la sua torta paradiso monoporzione con crema chantilly "La semplicità della pasticceria fatta in casa" e... dopo le sue spiegazioni, preparare la torta paradiso non sarà più lo stesso! Lo sguardo si apre anche fuori Italia con "Le ricette delle migranti", talk show in compagnia della foodwriter e fotografa Barbara Massaad e della chef messicana Kerime Lopez  e con "Malbar: cucinare per gli Indios", una masterclass in compagnia degli chef Giancarlo Morelli e Pedro Miguel Schiaffino. Al pomeriggio mi troverete in platea alle interessantissime masterclass di Alessandro Borghese "pasta, patate&c", chef Rubio " la cucina senza barriere" ed infine Massimo Bottura con " ingredienti ordinari per piatti straordinari (di recupero).

Cibo a Regola d'Arte Milano 2018




La domenica mi lascerò tentare dalla cucina antispreco di Bruno Barbieri con il suo " Tortino di rombo con porri e patate"; per nulla, poi, mi prederei la lezione di Pino Cuttaia, delicato, giocoso e " stellato" chef siciliano, che proporrà dei particolari e speciali gnocchi cavati. Sempre restando a sud si parlerà con Ciro Oliva di "Pizza fritta contro il degrado sociale: al rinascita del quartiere sanità".

Antonia Klugmann



Per chiudere le mie giornate a regola d'arte non potrei che scegliere la delicatezza, la passione ed il sorriso di Antonia Klugmann che tratterà il tema delle erbe spintanee e dell'orto coltivato.
Vi lascio il programma completo in modo che possiate orientarvi fra le mille proposte ed attività di cui non vi ho raccontato. Dimenticavo: dove? Milano, Unicredit Pavillon, Piazza Gae Aulenti, 10. Ci vediamo lì!






 

 





 
 

 

 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly