martedì 2 febbraio 2016

Crespelle di farro con verdure e formaggio ai fiori



crespelle di farro con zucchine ricotta e formaggio ai fiori




La mia prima volta “salata” con la farina di farro! Oggi nel calendario del Cibo Italiano si festeggiano le Crespelle e visto che mi piacciono tantissimo sia farle che, ovviamente, mangiarle, non potevo non proporre una ricetta.

Ho subito pensato al farro, ad una crespella un po’ rustica, che sapesse un po’ di montagna, complice anche un fantastico formaggio che ho comparto in Alto Adige durante la vacanze natalizie.
Ma prima di passare alla ricetta, torniamo un attimo a loro, le crespelle.
Le crespelle hanno un storia ed una tradizione lunga; pensate che il  loro nome deriva dal latino “crispus” ossia arricciato che veniva usato per denominare frittatine molto leggere, sottili e soprattutto “crespe” in quanto cuocendo  si aggrinziscono.
Avrebbero origini antichissime: sembra nacquero nel V secolo per sfamare alcuni pellegrini francesi giunti a Roma in occasione della festa della Candelora. Si narra, infatti, che il Pontefice Gelasio ordinò ai cuochi papali di preparare un cibo d’emergenza per dar loro nutrimento utilizzando ingredienti semplici quali frumento ed uova. Queste frittatine vennero molto gradire dai pellegrini che diffusero in Francia questa ricetta.
 Nel corso del tempo la ricetta base, diede origine a parecchie varianti a seconda delle nazioni: in Russia abbiamo i blinis, in Francia le crepes… fin o ad arrivare alla tedesca Kaiserschmarn.
Ma per avere informazioni più dettagliate e complete non vi resta che leggere l’articolo dedicato alla Giornata Nazionale della Crespella, in cui la nostra amica Alessandra Molla del blog “Sweet Cakes by Lalla” ci racconta tradizione, usanze e curiosità.
 E veniamo allora alla mia prima volta salata col farro e alla ricetta di queste crespelle belle rustiche, dal sapore intenso che mi porta realmente con la mente alla montagna, ad una bella baita fra il verde in cui gustarle in tranquillità

Ingredienti per 8 crespelle



125  g farina 00
125 g farina di farro
300 ml di latte
2 uova
80 g di burro
sale q.b.
olio Evo q.b.
400 g zucchine
300 g ricotta vaccina
200 g formaggio ai fiori o alle erbe
80 g noci


Preparazione


Fate sciogliere 40 g di  burro e lasciatelo intiepidire.
Nel frattempo versate le uova in una ciotola e sbattetele leggermente, unitevi il latte ed amalgamate utilizzando una forchetta; aggiungete  un pizzico di sale, la farina setacciata e mescolate bene con delle fruste in modo da ottenere una pastella omogenea e senza grumi. Aggiungete il burro e mescolate bene. Mettete la ciotola, dopo averla coperta con pellicola trasparente,  in frigorifero per almeno 30 minuti.
Trascorso il tempo necessario, prendete una pentola antiaderente per crespelle -o in alternativa una normale antiaderente del diametro di circa 20 cm.-, ungetela leggermente di burro, scaldatela e mettete nel centro un mestolo di composto, stendetelo con l’apposito attrezzo o in sua assenza roteando la padella in modo da distribuire uniformemente la pastella. Fate cuocere per circa un minuto; la pastella comincerà a staccarsi ai lati e, avvalendovi di una spatola, riuscirete a girarla. Fatela  cuocere anche sull’altro  lato sempre per circa un minuto, quindi trasferite la crespella su di un piatto o procedete a cuocere le altre.
Passiamo la ripieno. Cuocete  vapore le zucchine, stando attenti a che restino croccanti: termineranno la cottura in forno.  Lavorate la ricotta con poco olio in modo che diventi bella cremosa e salatela leggermente.
Spezzettate i gherigli di noce ed infine tagliate il formaggio ai fiori in 16 piccole fettine. Se non trovate il formaggio ai fiori o alle erbe potete scegliere un formaggio dal gusto intenso, ma non eccessivamente forte, ed arricchirlo voi con erbe aromatiche o fiori quali santoreggia, basilico, calendula, fiordaliso.
Prendete ora le crespelle e farcitele su di un lato con un po’ di ricotta, qualche rondella di zucchina, alcuni gherigli di noce e ripiegatela in quattro.
Ungete leggermente una pirofila, deponetevi le crespelle: sopra ad ognuna mettete due fettine di formaggio ai fiori ed infornate a 180° per circa 10  minuti. Servite le crespelle belle calde e con il formaggio fuso ben filante




crespelle di farro con formaggio ai fiori e verdure




















29 commenti:

  1. Ma che meraviglia! Il formaggio ai fiori poi è una vera chiccheria!!!!! Le proverò...

    RispondiElimina
  2. L'abbinamento farro e formaggio mi stuzzica. Ti ricordi che formaggio era?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela, quello che ho usato è un formaggio di latte vaccino crudo preso in malga. va benissimo secondo me qualsiasi formaggio adatto a sciogliersi dal gusto intenso ma non " eccesivo" altrimenti le erbe o i fiori non si sentono.

      Elimina
  3. il formaggio a fiori è stupendo...e così anche la ricetta. grazie mille il tuo contributo!!!

    RispondiElimina
  4. La ricetta e il tuo racconto è bellissimo, ma quel formaggio non passa certo inosservato!!!Sarei proprio curiosa di assaggiarlo!Mi dovrò organizzare un viaggetto in Trentino????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal Trentino sono tornata con un sacco di delizie... come dire: niente dieta dopo i bagordi di Natale!

      Elimina
  5. Il formaggio ai fiori mi mancava proprio! Saranno buonissime

    RispondiElimina
  6. che bontà, proverò la tua ricetta!!!

    RispondiElimina
  7. Piatto veramente particolare e interessante

    RispondiElimina
  8. l'insalata con i fiori lo vista ..ma il formaggio ancora no , sicuramente una ricetta ricca di profumi e sapori complimenti !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in montagna in effetti è più facile trovarlo....

      Elimina
  9. Piatto elegante, fa la sua bella figura! Chissà che buono

    RispondiElimina
  10. Post interessantissimo, praticamente divorato... non potendo addentare le crespelle!!!

    RispondiElimina
  11. una ricetta molto particolare! complimenti

    RispondiElimina
  12. il formaggio ai fiori è intrigante!

    RispondiElimina
  13. Io uso sempre la farina di farro, le proverò sicuramente!

    RispondiElimina
  14. davvero interessante tutto... la chicca??? questo formaggio ai fiorni che non ho mai assaggiato!!! Complimenti

    RispondiElimina

Printfriendly