venerdì 3 aprile 2015

Gnam Box: l'allegria e l'autenticità che dice " In food we Trust"

Gnam Box, in food we trust


Oggi voglio parlarvi un po’ di Gnam Box: non che la realtà di Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi abbia bisogno che una piccola blogger la faccia conoscere…. ma semplicemente voglio raccontarvi qualcosa dell’incontro-presentazione del loro libro “ In food we trust” che è stata, almeno per me, un’occasione per conoscerli in po’ meglio.
La presentazione si è svolta qualche giorno fa, nell’ambito degli incontri organizzati da Sale&Pepe sui cluster Expo 2015 presso Un posto a Milano, il ristorante di Cascina Cuccagna. Le prime parole che mi vengono in mente pensando a loro sono originalità, simpatia, autenticità, naturalezza e amore per il cibo.
Scrivere il libro -una raccolta di 150 ricette scritte, preparate e fotografate da loro- è stato un esercizio sugli ingredienti: come prima cosa hanno scelto, anche discutendo fra loro, gli ingredienti di cui volevano parlare, tenendo ben presente il tema della stagionalità - a loro molto caro-, e poi hanno ripreso ricette già provate e pensato ad altre che ben mettessero in risultato gli ingredienti scelti. Stagionalità, piatti semplici, della quotidianità ma con quel qualcosa in più di personale ed originale, belli da vedere e soprattutto da mangiare: ecco la “ricetta” delle ricette del loro libro. Vi dicevo di quanto sia importante l’ingrediente per Gnam Box e quanto lo sia la stagionalità:  il cercare e preferire i prodotti del momento e di produzione locale permette di avere cibo più  buono, sano e  ad un costo più contenuto. Ci hanno raccontato  che loro tappa fissa del  martedì è il mercato agricolo proprio di Cascina Cuccagna. Le ricette sono principalmente a base di frutta, verdura e legumi: i legumi inizialmente non li amavano e conoscevano molto ma, facendo una cucina che si avvicina a quella vegetariana, hanno via via imparato ad usarli ed apprezzarli, a trasformarli in un piatto “ forte  completo” come hamburger, polpette, falafel: esattamente come quelli di ceci con insalata di avocado, pompelmo e yogurt greco che ci hanno proposto e fatto assaggiare. Molto buoni, veramente!
Ma come nascono le ricette di Gnam Box? L’Ho chiesto a Sfetano e Riccardo, insieme ad altro che via via vi racconterò. Le ricette nascono dalla voglia di mangiare un qualcosa, o dalla voglia di mangiare quel qualcosa, quell’ingrediente in un determinato modo. Ecco allora che si comincia  a pensare, a cercare l’ispirazione, le informazioni sul prodotto, a curiosare fra ricette esistenti per reinterpretarle, a riandare con la memoria a “cose” mangiate che hanno lasciato una traccia a cui ispirasi. Le ricette nascono e vengono realizzate senza troppe elaborazioni mentali, così in semplicità, originalità e freschezza - proprio come loro ed è bello che sia così, ed è vincente che sia così. Le ricette una volta pensate, vengono scritte- giusto per fissare i passaggi, gli ingredienti necessari che poi possono in corso d’opera anche variare un po’-, realizzate, impiattate e fotografate. E anche il loro modo di impattare e poi di fotografare non è sempre uguale, non segue degli schemi, delle regole tranne una: il piatto deve far venire fame, voglia di mangiare. L’impiattamento e foto  sono  semplici, giovani, naturali, non costruiti, perché quello che viene  proposto deve poter  essere ricreato da chi legge e poi preparerà per sé  la ricetta: ancora una volta anche il modo di proporre i piatti è così sincero come loro, trasmette amore per il cibo … in food we trust. E questo è quello che mi ha colpito e che mi è piaciuto in Gnam Box: l’essere se stessi e la voglia di comunicare se stessi e quello in cui credono, non c’è posto per artificialità e artificiosità ma solo per buon cibo ed allegria. E questo nel mondo media di oggi è un valore importante e non comune. Se un po’ mi conoscete ho sempre scritto che la cucina è emozione e dà emozioni: con Gnam Box direi  che la cucina è e dà allegria!




1 commento:

  1. Io li adoro! Li seguo quotidianamente e mi dispiace molto di non essere ancora riuscita ad incontrarli!

    RispondiElimina

Printfriendly