domenica 22 febbraio 2015

La fondue bourguignonne e le sue salse


Ed è subito festa!
Non c’è dubbio: preparate una bella, abbondante e ricca fondue bourguignonne e l’allegria della cena con amici sarà assicurata. Così come tante chiacchiere intorno al tavolo: la buorguignonne fa convivialità, amicizia, rallenta i tempi stressanti della vita e, a volte, anche del mangiare.



La sua origine è svizzera, consiste nel cuocere dei piccoli pezzetti di carne in olio vegetale bollente e accompagnarli con salse di vario tipo. Ogni commensale può scegliere carne, salse, tempo di cottura…. Vediamo cosa vi serve.
Prima cosa l’apposito fornelletto composto da una ciotolina protetta in cui, tramite alcool, dar vita al fuoco ed il capiente recipiente in cui mettere l’olio ed in cui ciascun commensale, tramite una lunga forchettina, immergerà la carne per cuocerla.
Si serve poi tanta buona carne, le salse, tutte le sfiziosità di accompagnamento che vorrete e una fantastica mangiata in allegria è assicurata.

Ingredienti per quattro persone



600 gr di carne ( controfiletto bovino- potete però se vi piace trasgredire un po’ la tradizione e proporre anche petto di pollo e salsiccia, anche se il controfiletto dovrà far da padrone).

500 gr di olio di arachidi o di semi di girasole

Preparazione


Preparate la carne, eliminano neretti, pellicine, grasso e tagliatela a dadini di circa 2,5 cm.
Per velocizzare il riscaldamento dell’olio potete farlo scaldare precedentemente in un pentolino sul fornello della cucina e travasarlo caldo nell’apposito recipiente che avrete posto sopra il fornelletto acceso. A questo punto tutto sarà pronto per cuocere la carne.


Per le salse potete scegliere quelle che più vi piacciono: vi lascio quattro proposte. Sono le salse con cui ho accompagnato la fondue l’ultima volta che l’ho fatta; oltre a queste avevo messo in tavola anche la tradizionale salsa bourguignonne e una marmellata piccante di zucca e zenzero.





Salsa maionese


3 gr aceto
15 gr succo di limone
2 tuorli
200 gr olio extra vergine di oliva delicato
Sale q.b.

Prendete due uova a temperatura ambiente e dividete i tuorli dagli albumi. Metteteli in  una terrina dai bordi alti, salate ed  aggiungete l’aceto e cominciate a lavorare gli ingredienti con uova uno sbattitore elettrico. Mente state montando le uova aggiungete a filo l’olio molto lentamente . Dovete sempre lavorare le uova nello stesso senso fino ad ottenere una salsa densa: state attenti a non aggiungere troppo olio alla volta altrimenti la vostra maionese rischia di “ impazzire”.
Quando la maionese sarà montata, aggiungete il succo di limone e lavorate ancora un po’ con le fruste.


Salsa al gorgonzola e noci brasiliane


90 gr gorgonzola dolce
80 panna
40 gr noci brasiliane

Sminuzzate con un buon coltello le noci grossolanamente. Mettete in una casseruola il gorgonzola, la panna e le noci: a fuoco basso lasciate fondere il gorgonzola. Aggiustate di sale. La salsa è bene servirla bella calda.


Salsa alle zucchine


250 gr zucchine
80 gr panna
una presa di lemon myrtle
sale q.b.

Scaldate leggermente la panna e unitevi una presa di  lemon myrtle. Lasciate riposare in modo che la panna assorba l’aroma.
Cuocete le zucchine al vapore e poi frullatele.
In una casseruola antiaderente mettete la purea di zucchine e la panna ( potete filtrarla se volete un gusto più delicato oppure lasciare la lemon myrtle per ottenere un gusto più intenso), aggiustate di sale.
Se la salsa resta molto liquida (dipende dal tipo di zucchine) aggiungete una presa di maizena. Lasciate cuocere la crema per cinque minuti. Anche questa salsa è molto buona servirla calda ed è ottima come accompagnamento del pollo.


Salsa ai peperoni


1 peperone giallo
4 filetti di alici sott’olio
2 cucchiai di maionese
sale q.b.

Mondate il peperone e cuocetelo alla griglia. Togliete la pelle e frullatelo con i filetti di alici. Aggiustate di sale. Unite la maionese e mescolate il tutto con cura. Questa salsa è buona sia calda che fredda.



E... per accompagnare la nostra Bourguignonne .....





Tenuta Gelsi- Aglianico del Vulture
Ha un colore rubino-granato profondo, appena aperto e accostato al naso arriva una elegante nota di toni fruttati intensi di prugna macerata e ciliegia matura, corredati da una speziatura elegante in progressione, aleggiano note di china, rabarbaro con sfumature balsamiche. Al gusto ha impatto deciso e a tratti austero, un tannino fine e ben estratto, dal sapore denso e sapido, ottima persistenza,




10 commenti:

  1. Io e i miei familiari adoriamo la bourguignonne e quindi la faccio spesso e volentieri!
    Buona domenica
    Laura

    RispondiElimina
  2. E' proprio vero! Questa ricetta fa venire voglia di serate con gli amici... Devo provare le salse, che mi sembrano una più golosa dell'altra!

    RispondiElimina
  3. adoro questo piatto ed è veramente un secolo che non lo propongo...mancanza di tempo...sempre di corsa...ed invece è un piatto che induce alla compagnia, allo stare insieme....devo trovare il modo!
    :)

    RispondiElimina
  4. Sai che ho a casa da anni la bourguignonne e non l'ho mai usata? Forse questa è la volta buona. Mi hai incuriosito...

    RispondiElimina
  5. A me piace molto, anch'io la faccio spesso 😊

    RispondiElimina
  6. Che delizia, l'ho mangiata solo al ristorante, mai preparata a casa, grazie per la spiegazione dettagliata, forse ora ci riuscirò. Grazie! Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provala . è veramente semplicissima da fare per le salse.... libera la fantasia :-)

      Elimina

Printfriendly