venerdì 5 dicembre 2014

Chips di zucca e patate, zucchine fritte, stracciatella di mozzarella e confettura piccante di peperoni

Ricetta con zucca, peperoni e semi di zucca





" Inizio con lo sfatare un mito non è vero che la frittura è pesante di per sè è vero invece proprio il contrario. Se preparata  regola d'arte, senza errori e usando gli ingredienti giusti, la frittura è leggera. Diventa pesante con oli e ingredienti sbagliati, naturalmente, se mangiate tutto fritto!" ( Dire, fare, brasare- C. Cracco).
Eccoci qui alla seconda prova del nove per  "Dire, fare, brasare": questa volta ho scelto Friggere e ho voluto provare due delle tecniche spiegate quella ad immersione e quella con la pastella. Nel libro sono spiegate con dovizia di particolari le seguenti tecniche: Friggere ad immersione, Impanare, Pastella italiana, Pastella giapponese, Friggere in poco olio, Friggere al salto. Le spiegazioni sono semplici da seguire e guidano passo passo.
Io ne ho provate due: friggere ad 'immersione (ho scelto patate e zucca) e per la pastella italiana (zucchine). La frittura devo dire che è venuta bene: croccante e leggera. Il piatto stesso che vi propongo è leggero, sfizioso ed allegro.
La parte da leone la fa, ovviamente e volutamente, la frittura. A questa infatti ho accostato semplicemente della stracciatella di mozzarella, buona e morbida ( il che sta bene con il croccante del fritto). Volevo qualcosa però che unisse le due parti del piatto e ho pensato ad una squisitezza presa poco tempo fa a Golosaria: la confettura piccante di peperoni di Carmagnola. In generale a me piacciono molto le composte di frutta piccanti adatte ai formaggi. Finora ne avevo provate di fichi e pere, questa  che ho usato è una cosa fantastica, un prodotto artigianale della Società Agricola Pradler di Biella ( vi lascio l'indirizzo del sito www.pradler.it ): Cracco dovrebbe provarla. Chef, ci inventi un piatto e mi inviti :-)  Vengo con tutti gli amici del blog !
Provate questo piatto nato un po’ a caso ricorrendo  “ai cassetti della memoria”  ( che sono ? Andate nel mio articolo - Carlo Cracco “Dire, fare, brasare”: una “non recensione” fra ironia, critica e una strizzatina d’occhio -): vi assicuro che è buonissimo e mi sembra una proposta originale per un brunch, un antipasto importante, un secondo leggero. Ora arriva la parte difficile: darvi la ricetta, spiegandovi i passaggi ma senza darvi tutte le indicazioni della tecnica in quanto, come già detto nella precedente prova del nove, non mi sembra corretto " rubare" parti di un libro per di più in uscita in questo periodo


Ingredienti per due persone



1 zucchina
1 patata
100 gr zucca
2 fogli di pane carasau
120 gr stracciatella di mozzarella
confettura piccante di peperoni di Carmagnola ( o altra confettura leggermente  piccante adatta ai formaggi)
semi di zucca
500 gr di acqua minerale gassata , 4 cucchiai di farina, 1 uovo ed un tuorlo, un pizzico di sale per la pastella
mezzo litro olio di semi vari

Preparazione



Tagliate la zucca a fettine sottilissime,( usate una mandolina o come ho fatto io lo stesso pelapatate) lo stesso fate con la patata ( la patata dovete affettarla in anticipo lasciarla sotto l' acqua corrente per 12 h. -basta un filo- in modo che perda l'amido).
Tagliate la zucchina a bastoncini il più possibile uguali.
Preparate la pastella sbattendo uova e farina ed unendo poco alla volta l’acqua ( la pastella non deve risultare troppo liquida ma deve tenere): io ne ho usata meno di quanto indicato negli ingredienti, infatti
In un padella in ferro sottile ampia e con bordo alto mettete tanto olio quanto basta per coprire le verdure che mettere a friggere ( l'olio deve essere a 170°). Cominciate con zucca e patate ( ricordatevi di asciugare le patate prima di metterle nell'olio). Friggete e via via che saranno pronte appoggiatele su carta assorbente. Procedete con le zucchine che avrete passato nella pastella: la pastella deve coprire la verdura ma non essere in eccesso altrimenti la frittura non risulterà croccante.
Disponete in ciascun piatto due pezzetti di pane carasau, patate, zucca e zucchine fritte, la stracciatela di mozzarella ed un cucchiaino di confettura. Terminate con qualche seme di zucca.
Dire, fare, brasare alla prova del 9: Friggere…. prova passata !

2 commenti:

  1. ....mi hai fatto venire in mente la canzone della Vanoni...Rossetto e cioccolato...
    "si fa così
    per cominciare il gioco
    e ci si mastica poco a poco
    si fa così "...
    grazie della ricettina! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "è tutto apparecchiato
      per il cuore e per il palato
      sarà bello bellissimo travolgente
      lasciarsi vivere totalmente
      dolce dolcissimo e sconveniente
      coi bei peccati succede sempre ..."
      Bellissima ed intrigante canzone. Magari per San valentino ve la posto:-)

      Elimina

Printfriendly