giovedì 20 novembre 2014

Anice stelalto




Anice stellato




L'anice stellato fa parte della famiglia delle Illiacee. Pianta originaria dell’Oriente è arrivata fino a noi in epoca relativamente recente, ovvero nel XVII secolo.
Particolarissimo per la sua forma a stella, da cui prende il nome, è il fiore della pianta e racchiude in ogni petalo un seme. Al momento della fioritura i fiori sono di colore bianco per poi maturare e trasformarsi in una consistenza legnosa.
Come l'anice verde, contiene una grande quantità di Anetolo, proteine, sali minerali e alcune vitamine.
L'anice stellato viene utilizzato, oltre che per le proprietà aromatiche,  anche per quelle benefiche sulla digestione, l'apparato gastrico e intestinale , il fegato e l'apparato respiratorio. Ha proprietà diuretiche, espettoranti, antisettiche, depurative e antibatteriche, che lo rendono consigliabile  anche per i sintomi del raffreddore e mal di gola. Secondo alcuni l'olio essenziale di anice stellato (ma anche di anice verde) sarebbe un efficace alleato contro i pidocchi, la caduta dei capelli e infine per tenere efficacemente lontane le tarme dagli armadi.

 In cucina si può utilizzare sia intero che macinato ma in piccole quantità visto il suo aroma molto intenso. Lo si può usare per aromatizzare piatti di carni, minestre o arrosti si può aggiungerlo a fine cottura . Può essere anche aggiunto a brodi, minestre o zuppe per dare un tocco dolce e raffinato. 

Cercate le ricette seguendo nei Tagcloud "anice stellato" 




Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly