mercoledì 26 novembre 2014

Tartare con germogli di alfa alfa, salsa di arancia e fave di cacao



Oggi inizio con una nuova sorta di rubrica, un po’ un esperimento arduo- capirete poi perché-, ma le sfide mi piacciono.

Vi ricordate che qualche giorno fa vi avevo fatto un resoconto della presentazione ed una sorta di recensione del libro  “Dire, fare, brasare” di Carlo Cracco? ( l’avete detta? no………….. correte è nella pagina “ Emozioni di viaggio, incontri…”).

Mi son detta perché non mettere alla prova le tecniche, verificare per i lettori del blog se sono spiegate bene, se si riescono a seguire i passaggi…. e  allora ecco “Dire, fare, brasare alla prova del 9” Ora… non vorrà dire che se non mi viene un piatto la colpa sia della tecnica stessa o di come la tecnica è spiegata: potrà benissimo dipendere dalla  la mia imperizia. Cercherò di essere molto obiettiva in questo.

Vi dicevo che inizia una sfida, si perché nel spiegarvi la ricetta, non riporterò la descrizione della tecnica come fornita dal libro: per onestà intellettuale, non mi sembra corretto “ rubare” parti di un libro per di più se appena uscito. Allo stesso modo non vi presenterò le ricette proposte  da Cracco ma idee mie. Certo non saranno “ notevoli” come le sue ma Lui è Chef, io sono blogger J. Ma non preoccupatevi, troverò il modo per spiegarvi per bene come fare la ricetta, lasciandovi, però, la curiosità di leggere il libro.

Oggi, per rodare, inizio con qualcosa di semplice, almeno da spiegare: “servire a crudo” ed in particolare la carne. Non sono carnivora, ammetto, ma la carne cruda mi piace tantissimo e…. devo dire che come propone Cracco di trattarla e proporla ne esalta il gusto e non poco, rispetto a come ero abituata io a prepararla io.

“Dire, fare, brasare alla prova del 9” …. prima prova: passata alla grande! Ora speriamo che anche la mia ricetta vi piaccia. Io ho preparato e gustato questo piatto ieri sera e …. l’ho apprezzato… provatelo voi ora.

Le ricette le troverete via via  alla voce ““Dire, fare, brasare alla prova del 9”

Ingredienti per due persone


200 gr carne di cruda molto magra tritata al coltello, di vitellone o manzo
100 gr germogli di alfa alfa
20 gr granella fave di cacao
4 fave di cioccolato
sale, olio extra vergine di oliva q.b.
1 arancia

Preparazione

Aiutandovi con un coppapasta impiattate la carne. Sopra di essa mettete i germogli di alfa alfa, qualche granella di fave di cacao, un pizzico di scorza di arancia grattugiata e terminate con sale ed olio extravergine di oliva.
In un pentolino riscaldate leggermente il succo di arancia a cui unirete la granella di fave di cacao rimasta.
Mettete il succo  in un bicchierino o scodellina che affiancherete alla tartare.
Potrete decidere come gustare la carne, un boccone con un goccio di salsa di arancia, un boccone senza, mangiare la tartare così come è e sorseggiare l’arancia…. a voi ! Io ho mangiato la tartare al naturale ( e una dritta ve l’ho data :-) )

12 commenti:

  1. Complimenti per la ricetta così particolare e anche per la foto, che fa venire proprio voglia di assaggiarla!

    RispondiElimina
  2. wow che novità mai assaggiato nulla del genere, grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  3. Una ricetta molto particolare che mi piacerebbe provare. Devo farla

    RispondiElimina
  4. Altissimo livello, complimenti! Non conoscevo i germogli alfa alfa, mi piace scoprire nuovi ingredienti e nuovi sapori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provali sono freschi croccanti e dal gusto delicato

      Elimina
  5. La foto è davvero splendida!! Anche io utilizzo spesso i germogli alfa alfa :)

    RispondiElimina
  6. Spettacolo! Ottima ricetta, gustosa e sana! In aggiunta magnificamente presentata!

    RispondiElimina
  7. Confesso la mia ignoranza, non avevo mai sentito parlare prima d'ora di germogli di alfa alfa ma la tua ricetta è talmente originale e così ben presentata che non posso che farti i complimenti.

    RispondiElimina
  8. Anche io ho da poco scoperto i germogli e non solo quelli di alfa alfa. In generale sono un ingrediente fresco, croccante e danno un tocco divertente al piatto. Quando li trovi prendili

    RispondiElimina
  9. io ho comprato la tartara sottovuoto. va bene lo stesso? ci sono anche i germogli e tutto il resto pronto uso da rovesciare sopra e via?

    RispondiElimina
  10. sarei curiossisima di assaggiare...

    RispondiElimina

Printfriendly