lunedì 12 giugno 2017

Torta di ricotta e albicocche


torta di ricotta ed albicocche
 
E ci ricasco sempre!
Non volevo preparare una torta per "festeggiare" le albicocche nella giornata del Calendario del Cibo italiano loro dedicata ma non ho resistito.
In estate la mia grande passione sono i dolci con la frutta e soprattutto con pesche, albicocche e fichi: sono freschi, leggeri, golosi e perfetti per colazione e merenda. Il mio motto in estate potrebbe essere " meno cioccolato, più frutta"!
Ho scelto di preparare una torta soffice e leggera, con poco burro e tanta buona ricotta; le albicocche sono, ovviamente, le protagoniste nascoste nell'impasto e caramellate in superficie a decorare e rendere ancora più goloso e fresco questo dolce dai colori estivi del sole. Se la provate ancora leggermente tiepida con una pallina di sorbetto al ,limone a fianco è una goduria indicibile :-)

domenica 11 giugno 2017

Gnocchi vegan d'estate con tahine, miso, noci, menta ed albicocche


gnocchi vegan Master con tahine miso noci menta e albicocche.jpg


Per passione e per curiosità: nasce così questo piatto che non è solo una ricetta ma è il racconto di un'esperienza e di un mettersi in gioco fra conosciuto e sconosciuto. Nasce così l'idea di partecipare al Master Vegan Challenge promosso dall'azienda Master di Vedelago (Tv) che già conoscevo per averla visitata qualche anno fa ed aver avuto modo già di gustare i fantastici gnocchi preparati con patate fresche. 
Facciamo un piccolo passo indietro: siamo a Tuttofood, l'immensa e meravigliosa fiera tenutasi a Milano nel mese di maggio, siamo allo stand della Master circondati da una gamma ampissima e ghiottissima di gnocchi di patate, siamo guidati dal bravissimo Chef Stefano Momentè nella scoperta e nella realizzazione di ricette vegan. Avvicinarsi alla cucina vegan è innanzitutto capire che è una cosa seria non una moda, che non è una cucina ma un'idea di vita che si applica anche alla scelta di cosa mangiare, significa cominciare a pensare che bisogna studiare, conoscere gli ingredienti e ancor prima i bisogni del nostro corpo per poi applicarli all'alimentazione.

lunedì 5 giugno 2017

Fiori di zucca fritti alla romana


fiori di zucca fritti alla romana

Finalmente è arrivata la mia giornata preferita nel Calendario del cibo italiano: fiori di zucca fritti ! Li adoro e ne faccio sempre grandi scorpacciate.
Fra le ricette del blog ne troverete almeno altre due versioni; ripieni di scamorza e con i semi di papavero nella pastella e, i miei preferiti, aperti e fritti con una pastella leggerissima seguendo una ricetta fantastica di Carlo Cracco... lui poi è passato alle patatine fritte, io son rimasta fedele ai fiori di zucca :-)
Per la giornata di oggi ho provato la versione alla romana con provatura  e acciughe: che dire... straordinariamente buoni! 

Ingredienti







300 gr di provatura/mozzarella
200 ml di acqua frizzante
100 g farina 00
10 fiori di zucca grandi
10 acciughe sott’olio
olio di semi di girasole q.b.


Preparazione


Preparate al pastella. Amalgamate gradualmente farina e acqua in una ciotola: cominciate con un cucchiaio di farina e un bicchiere di acqua mescolando con una forchetta e continuando in questo modo (aggiungendo acqua e farina se serve) fino a quando si crea un mix nè troppo liquido nè troppo solido. 
Pulite i fiori senza metterli direttamente sotto l’acqua ma utilizzando della carta da cucina bagnata. Tagliate le punte del peduncolo che, invece, non va rimosso per evitare che il fiorire si rompa; eliminate il pistillo che ha un gusto leggermente amarognolo. 
Tagliate a dadini la provatura o, se non l’avete trovata, una mozzarella di buona qualità ma x. Riempite i fiori con due o tre dadini di formaggio ed un filetto di acciuga. Richiudete i fiori delicatamente ma bene in modo che il ripieno in cottura non esca e passateli nella pastella assicurandovi che aderisca su tutta la superficie. 
Scaldate l’olio ed, una volta raggiunta la temperatura adatta, immergete i fiori stando attenti che non si uniscano gli uni agli altri e friggeteli su entrambi i lati; scolateli su carta assorbente da cucina e serviteli ben caldi.

fiori di zucca alla romana


Printfriendly