mercoledì 19 aprile 2017

Crostata con crema di ricotta al cedro e cioccolato

dolce di ricotta con cioccolato

Non so se anche voi ve la ricordate ma un tempo, forse più di 20 anni fa, esisteva un preparato in scatola- si in scatola avete letto bene, in scatola- della Cameo per la torta di ricotta che era buonissimo o, per lo meno, mi sembrava tale. Poi cominciò a non trovarsi più tranne che in Alto Adige, nella versione tedesca del marchio. Era un torta che veniva parecchio alta e, nonostante la quantità notevole di ricotta, non era per nulla pesante.
Così, dopo così tanti anni che non la mangio più, avevo proprio pensato di prepararla in versione rigorosamente homemade in occasione della giornata dedicata alle torte di formaggio nel Calendario del cibo italiano.  Ma... nella vità c'è sempre un ma- o per lo meno spesso- l'abitudine e la passione smisurata verso alcune preparazioni ha preso il sopravvento: ecco apparire la frolla al cioccolato secondo la ricetta di Ernst Knam, la mia amata marmellata agli agrumi corsa- in questo caso di cedri- e gocce di cioccolato extra fondente.
Il risultato: una crostata alla crema di ricotta e cioccolato sublime.

Ingredienti per 6 persone (tortiera da 21 cm)


crostata di ricotta e cioccolato
pastafrolla al cacao (dosi per 450 g)
125 g burro
200 g farina
125 g zucchero semolato
50 g uova ( circa 1 uovo)
40 g cacao in polvere
5 g lievito in polvere
2 g sale
mezza stecca di vaniglia

ripieno a base di ricotta
600 g ricotta di pecora
150 g marmellata di cedro (o arance)
100 g gocce cioccolato fondente
2 uova

 

Preparazione


Cominciate con la preparazione della pasta frolla.  In una planetaria con gancio, oppure a mano, impastate il burro  ammorbidito in precedenza, con lo zucchero e la polpa della vaniglia.
Quando gli ingredienti saranno amalgamati, unite velocemente l’uovo, la farina, il cacao, il sale ed il lievito. Non appena la farina è incorporata, smettete di impastare; formate un palla con l’impasto e mettetela in frigorifero per circa 4 ore avvolta in pellicola trasparente.
Passate alla preparazione della crema di ricotta. Mettete in una ciotola la ricotta, la marmellata di cedro ed i due tuorli e lavorate con una frusta finchè in composto non risulti cremoso. Aggiungete le gocce di ciccolato. Montate a neve gli albumi ed incorporateli delicatamente e poco per volta alla crema di ricotta. Non c'è zucchero aggiunto: non è una dimenticanza, è una volontà. La marmellata è sufficiente per addolcire il composto senza renderlo stucchevole ed inoltre, essendo di agrumi, aiuta a conferire quel po' di freschezza che non guasta
Stendete la pasta frolla fino all'altezza di 5 mm; imburrate uno stampo a cerniera e foderatene fondo e bordi con  la frolla. Con la pasta rimasta preparate le decorazioni da mettere sopra alla torta: potete scegliere fra le classiche strisce oppure, utilizzando il tagliabiscotti, fare dei fiori, delle stelle, dei cuori...   Mettete la crema nel guscio di frolla e livellate.
Infornate a 160° per 40 minuti; togliete la torta dal forno e mettete sulla superficie le decorazioni di frolla; infornate ancora per 15 minuti.
Sfornate, lasciate raffreddare il dolce nella tortiera e poi sformatelo.
La crostata è ottima sia tiepida che temperatura ambiente, ma è buonissima anche fredda (io, ad esempio, la preferisco così)


Con questa ricetta partecipo alla giornata dedicata ai dolci di formaggio

crostata al cacao con crema di ricotta e cioccolato

martedì 11 aprile 2017

Crema di patate con cozze ed asparagi



crema di patate con asparagi e cozze



Se penso agli asparagi inevitabilmente torno col pensiero a casa dei miei genitori e a due piatti semplicissimi, ma altrettanto buoni, che in questo periodo erano spessissimo presenti in tavola.
Mio padre adorava gli asparagi con le uova al burro con ancora tanto, ma tanto, burro fuso ed altrettanto parmigiano grattugiato: un piatto a cui oggi forse nessuno si avvicinerebbe pensando a colesterolo e simili. Molto vintage e ormai, forse, dimenticato era un'altro piatto che andava per la maggiore in casa mia: la bistecca  alla Bismarck! Certo è che ricordo ancora profumo e sapori, forse non raffinati ma da vera acquolina in bocca: sono i profumi di casa!
Con gli asparagi mia madre faceva, anche,  un molto più sano e buonissimo risotto. Più in là non si andava: forse lei avrebbe anche voluto tentare qualcosa di nuovo ogni tanto ma il tradizionalista di mio padre non era molto consenziente alla sperimentazioni. Sarà forse per questo che è "saltata fuori" una figlia a cui piace non poco provare sapori e combinazioni nuove. Asparagi e cozze sono un connubio che non avevo mai provato prima ma che mi tentava forse anche per l'aspetto cromatico. Festeggiare un ingrediente vuol dire anche sperimentarlo e quindi oggi, giornata che il Calendario del cibo italiano dedica all'asparago, ho pensato di preparare una delicata crema di patate con asparagi e cozze. Io sono stata generosa con la crema di patate ed ho deciso di proporvi la ricetta come primo piatto, ma se mettete solo un velo di patate e abbondate con asparagi e cozze, potete tranquillamente servire questo piatto come un secondo leggero, semplice e sfizioso.
Ma... sapete come cuocere al meglio gli asparagi? Prima di mettervi in cucina per preparare la ricetta che vi ho proprosto, una lettura  all'articolo del Calendario del cibo italiano è altamente consigliata e ad essa vi lascio :-)







Ingredienti per 4 persone


cozze e vongole con crema di patate


800 g cozze
600 ml brodo vegetale
280 g patate sbucciate
200 g asparagi
1 cipolla
1 spicchio di aglio
olio extra vergine di oliva q.b.
vino bianco q.b.
sale q.b.

Preparazione


Cominciate col preparare la crema di patate. Tritate la cipolla e tagliate a piccoli pezzi la patata; soffriggete in un cucchiaino di olio la cipolla ed aggiungete le patate. Lasciate rosolare per 2 minuti, bagnate con il brodo vegetale bollente e continuate la cottura per circa 20 minuti. 
Lessate a vapore gli asparagi lasciandoli al dente, salateli e teneteli in caldo. 
Passate a preparare le cozze. Pulitele e poi fatele aprire in una  padella con il vino, l'aglio e due cucchiai d'olio. Sgusciate i molluschi e teneteli in caldo. 
Frullate le patate fino ad ottenere una crema molto morbida, aggiustate di sale se necessario ed aggiungete un cucchiaio di olio. 
Prendete un piatto fondo: mettete sul fondo qualche cucchiaio di crema di patate, aggiungete gli asparagi e le cozze ancora calde. Se volete completate con un filo d’olio a crudo.

crema di patate con cozze ed asparagi


Con questa ricetta partecipo alla giornata dell'asparago del Calendario del cibo italiano

mercoledì 5 aprile 2017

Salame di cioccolato bigusto con ananas e cocco.


salame di cioccolato bianco e fondente

Tanti nomi, per un dolce buonissimo a base di cioccolato e biscotti: sto parlando, naturalmente, del salame di cioccolato, chiamato anche salame turco o inglese, ma anche vichingo.
L’appellativo turco non si riferisce all’origine del dolce bensì al colore che ricorda quello della pelle dei Mori. Mentre il nome Vichingo risale agli anni settanta quando la sua ricetta venne pubblicata nel mitico manuale di Nonna Papera.
Questo dolce lo troviamo non solo in Italia ma anche, ad esempio, in Portogallo dove è chiamato salame de chocolate. In Italia è presente come dolce tradizionale in diverse regioni, in Lombardia, Emilia-Romagna, Campania, Sicilia…. tanto da essere inserito  nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali.
E’ un dolce che mi piace moltissimo tanto che nel blog trovate già due ricette. Complice il Calendario del cibo italiano, che dedica la giornata di oggi proprio a questo dolce, vi propongo una versione un po’ particolare, un po' più fresca ed estiva che schiaccia l’occhio ai sapori esotico: un salame bigusto in cui il cioccolato bianco racchiude delicati pezzetti di ananas, mentre  quello fondente è accompagnato del cocco.  Grazie alla sua consistenza che lo lascia particolarmente morbido, sarà perfetto anche nelle serate estive :-)

Ingredienti 


salame ai due cioccololati con ananas e cocco

Per la parte al cioccolato bianco
 
150 g biscotti 
80 g cioccolato bianco
70 g ananas disidratato
60 g burro
50 g latte condensato
50 ml panna
20 g zucchero semolato
1 tuorlo
 
Per la parte al cioccolato fondente
 
200 g biscotti
200 g cioccolato fondente
150 g burro
100 g zucchero semolato
100 g cocco disidratato
2  uova

 

 

 

Preparazione


Iniziate con il a preparare il composto di cioccolato bianco che sarà il cuore del salame. 
Spezzate grossolanamente 150 g di biscotti secchi con le mani e teneteli da parte.  
Sciogliete al microonde o a bagnomaria il cioccolato bianco, aggiungetevi il latte condensato scaldato con la panna ed amalgamate bene; lasciate intiepidire il composto. 
Mettete in un’altra ciotola il burro ammorbidito e lo zucchero e montateli avvalendovi di uno sbattitore elettrico in modo da ottenere un composto cremoso; aggiungete il tuorlo ed amalgamate. 
Unite il composto di cioccolato e proseguite a lavorare  in modo che il tutto risulti omogeneo. 
Tagliate l’ananas disidratato in piccoli pezzetti. Unite al composto i biscotti sbriciolati e l’ananas e mescolate con cura in modo da uniformare il composto. 
Mettete il tutto in frigorifero a rassodare in frigorifero per 30 minuti; passato questo tempo riprendete il composto, disponetelo su della carta da forno ed avvolgete il salame ben stretto in modo che prenda la forma cilindrica. 
Passate ora a preparare il composto al cioccolato fondente. 
Mettete in una ciotola il burro morbido e lo zucchero e montate per fino a ottenere un composto morbido; unitevi le uova e proseguite a lavorare per incorporarle. 
Una volta ottenuto un composto spumoso unite il cioccolato fondente sciolto precedentemente ed il cocco disidratato ed amalgamate il tutto. 
Unite i biscotti che avrete spezzettato ed amalgamate; coprite con la pellicola trasparente e ponete il composto in frigorifero a rassodare per circa 15 minuti. 
Mettete l’impasto su una larga carta da forno e stendetelo a rettangolo in modo che possa contenere e ricoprire il cuore di cioccolato bianco. Sistemate al centro il salamino bianco e ricopritelo con il composto fondente; compattate bene tutto intorno dando una forma cilindrica. Passate il salame nel cocco disidratato in modo da ricoprirlo ed avvolgetelo nella carta da forno; mettetelo in frigorifero per circa 3 ore.
 Per evitare che il fondo non resti bello tondo prendete dei cartoni interni della carta casa, tagliateli ed adagiatevi il salame. 
Trascorse le 3 ore, togliete il salame dal, carta forno, passatelo una volta ancora nel cocco e decoratelo con pezzettini di ananas .

salame di cioccolato
 

Printfriendly