venerdì 24 giugno 2016

Flognarde con albicocche e Pecorino Sardo


flognarde alle albicocche con pecorino

Un dolce per finire in bellezza ed in dolcezza il mio menù in cui il Pecorini sardo Dop è il protagonista non poteva mancare.
Ho pensato di preparare un flognarde, il “cugino” del più noto clafoutis: è un dolce francese, originario di una regione della Francia chiamata Limousin.  La base è una  pastella che somiglia molto a quella delle crepes, con l’aggiunta del tocco tutto particolare del pecorino sardo, si ha un dolce speciale. Come frutta ho usato delle albicocche che con il pecorino stanno benissimo, ma se non è stagione potete mettere pere, prugne, fichi … sarà comunque squisito! 

giovedì 23 giugno 2016

Bucatini al forno con pecorino, pancetta, zucchine ed i loro fiori

bucatini al forno con zucchine e i loro fiori

Ricche di acqua e di fibre, perfette per mantenerci in forma nelle giornate più calde dell’anno… stiamo parlando delle zucchine, le protagoniste del Calendario del cibo italiano odierno.
Faccio outing :-)  … non le amo molto, non ho mai trovato un modo per cucinarle che mi soddisfi del tutto o un piatto in cui sono prime attrici che mi entusiasmi.
Ma, perché c’è sempre un ma nella vita, i bucatini al forno con zucchine e i loro fiori, pancetta e pecorino di oggi… non sono proprio niente male :-) Di zucchine, proprietà, varietà, ricette… vi parla Camilla Assandri del blog La cascata dei sapori nel suo articolo di oggi  sul sito Aifb; io mi limito a ricordarvi che sono ricche di vitamine, soprattutto del gruppo E e B e di sali minerali indispensabili per l'efficienza del sistema nervoso e per conservare la salute dei tessuti. Le  zucchine sono soprattutto una fonte di luteina, un carotenoide che ha effetti benefici sugli occhi, cosa molto positiva in questa stagione dell’anno in cui  i nostri  occhi messi a dura prova dalla luce intensa del sole, dall'aggressione del vento, del calore e della salsedine contenuta nell'acqua di mare.
Di buoni motivi per mangiarle ce ne sono! Vi lascio, quindi,  questa ricetta per oggi... per domani chissà: mi piacerebbe riscoprirle in un dolce, perché no?!



Ingredienti per 4 persone


bucatini con zucchine e pancetta
240 g bucatini
80 g pancetta a cubetti
50 g pecorino maturo grattugiato
8 zucchine con il loro fiore
1 zucchina
olio extra vergine di oliva q.b.
burro q.b.
latte q.b.
sale q.b.
pepe q.b.


Preparazione


Togliete i fiori dalle zucchine, levatene il pistillo, lavateli delicatamente; apriteli, appiattiteli e spennellateli con poco latte.
Tagliate a rondelle le zucchine. Mettete una padella antiaderente sul fuoco, fate scaldare poco olio e mettete le zucchine a cuocere; salate e pepate. Lavate e tagliate sottilissimo per il lungo una zucchina di medie dimensioni (io ho usato il pelapatate)
Nel frattempo cuocete i bucatini. Sia la pasta che le zucchine devono restare molto al dente  in quanto termineranno la loro cottura in forno.
Mettete una noce di burro in un pentolino antiaderente, uniteci la pancetta e lasciate soffriggere un poco; aggiungetela, poi, alle zucchine.
Una volta pronta la pasta scolatela e conditela con le zucchine e la pancetta; aggiungete il pecorino grattugiato.
Rivestite di carta da forno una tortiera con cerniera del diametro di 24 cm., rivestitene i bordi con i fiori e le fettine sottili di zucchina in modo che parte rimanga appoggiata sul fondo, tutto il bordo venga ricoperto e ne fioriesca un po’ in modo che possa essere poi rigirato sulla pasta. Molto delicatamente, in modo che i fiori e le zucchine non si spostino o si rovinino, mettete i bucatini nella tortiera; infornate a 200° per 15 minuti. 

bucatini con zucchine, pecorino e pancetta.jpeg



venerdì 17 giugno 2016

Pomodori di Pachino con polpettine di tonno e di pane agli aromi

polpette di tonno e pane agli aromi in pomodori di pachino

Oggi ci trasferiamo in Sicilia, anche solo con la mente e … pomodori a gogo!!! 
Oggi il palcoscenico è tutto per il pomodoro di Pachino: non solo bellezza e bontà ma anche e soprattutto concentrato di proprietà. E' rinfrescante, dissetante, ha effetti diuretici, è ricco di licopene e di caroteni, sostanze che agevolano il buon funzionamento dell’organismo e lo difendono dai radicali liberi. Contiene anche una buona dose di vitamina C, ad azione riparatrice e rigeneratrice su tutte le cellule dell'organismo. E' ricco di sali minerali, con una funzione equilibratrice e disintossicante. 
Ma a noi piace anche per il suo sapore intenso ed unico, per la brillantezza del suo aspetto, per la polpa consistente e carnosa. 
In collaborazione con il Consorzio di tutela  pomodoro di pachino IGP ed in occasione della settimana in cui il Calendaio del cibo italiano celebra il pomodoro, parecchi foodblogger Aifb si stanno dilettando, oggi,  nel cucinare e proporre ricette a base di pomodori di Pachino. 
Proprio in occasione della ricerca della ricetta da proporre per il Flash Mob A tutto Pachino ho scoperto che il pomodoro di Pachino è presente in quattro varietà: il ben noto Ciliegino con il suo classico aspetto “a ciliegia” che vediamo su un grappolo a spina di pesce con frutti tondi e piccoli; il Costoluto, di grandi dimensioni, dalle coste marcate, di colore verde scuro e brillante; il Tondo Liscio, più piccolo e rotondo, di colore verde scuro con un gusto particolarmente marcato; ed infine il Pomodoro a Grappolo, che può essere verde o rosso, tondo liscio e dal colore brillante. 
Ho scelto per festeggiarlo una ricetta molto mediterranea ed estiva, ricca di sole e di calore proprio come la Sicilia: delle polpettine di tonno e di pane agli aromi racchiusi in uno scrigno colorato e saporito di pomodori di pachino.


Ingredienti per 4 persone

pomodori di Pachino con polpettine di tonnoe di pane agli aromi


200 g pomodoro Ciliegino di pachino
200 g pomodoro a grappolo  di Pachino
200 g tonno
6 fette pancarrè
20 g capperi dissalati
6 acciughe
origano fresco
sale q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
latte q.b.





Preparazione

Mettete le fette di pancarrè in ammollo nel latte; una volta ammollato, eliminate  dal pane l’eccesso di latte..
Mettete degli spiedini di legno a bagno in acqua per almeno 10 minuti in modo che poi in forno non si secchino tropo e diventino brutti.
Tritate grossolanamente il tonno fresco con un poco di origano. Unite al composto l’equivalente di di due fette di pancarrè ammollato; salate e mescolate bene il tutto. Con le mani inumidite fate delle polpettine più o meno grosse come delle noci; appiattitele leggermente, disponetele su carta da forno e mettetele in frigorifero in modo che, col freddo, si mantengano compatte.
Tritate insieme acciughe, origano fresco e capperi; unite questo composto al pancarrè rimasto. Non c’è bisogno di salare in quanto gli ingredienti sono sapidi di loro. Fate delle polpettine della dimensione di una nocciola. Anche in questo caso mettetele in frigorifero fino al momento di preparare la teglia.
Lavate e tagliate i pomodori a metà in orizzontale.
Ricoprite di carta da forno una teglia e cospargetela con un filo d’olio. Cominciate con i pomodori a grappolo. Adagiate nella teglia la parte alta del pomodoro -quella attaccata alla parte verde-, mettete un polpettina di tonno, la seconda metà del pomodoro e infilzate lo spiedino per tenere insieme il tutto. Proseguite fino ad esaurimento delle polpettine. 
Fate la stessa operazione con i ciliegini che farcirete con le polpettine di pane. 
Informate a 180° per 20 minuti. Le polpettine sono buone calde, tiepide ed anche fredde, soprattutto quelle di pane.

polpette di tonno e di pane con pomodorini di Pachino









Printfriendly